Ultimi articoli

Malta cementizia: tipologie e impieghi

La malta cementizia è una mistura usata per legare insieme saldamente elementi di muratura. È composta da un legante idraulico, un materiale che, mescolato ad acqua, dà origine ad un impasto più o meno modellabile in base alla quantità (volume) di componenti. Quest’impasto diventa nel tempo rigido, garantendo resistenza e stabilità alla struttura in muratura. Una volta mescolata ad acqua, il processo di irrigidimento è diviso in due fasi, la presa e l’indurimento. Durante la presa, la malta cementizia passa da uno stato plastico e modellabile ad uno rigido e statico, in cui mantiene la forma data. L’indurimento è invece la fase in cui la forma data alla malta acquista resistenza meccanica e rigidità, e quindi si ottiene la capacità di resistere anche a forti sollecitazioni.

Tra le malte nell’ambito edilizio, quella cementizia è quella con la maggiore resistenza meccanica. Il legante che viene utilizzato per questo tipo di malta, come suggerisce il nome, è il cemento. Questo materiale è il risultato di una miscela di diversi materiali: gesso, cenere volanti, derivanti da combustione di carbone, biossido di silicio e diversi sottoprodotti della produzione della ghisa e di leghe ferrose. La sua composizione può essere molto variabile, vincolata da una Normativa Europea (UNI EN 197 – 1).

Malta cementizia, le tipologie in commercio 

Le malte cementizie sono classificate secondo diverse tipologie in base alla loro composizione ed alla percentuale di legante presente. In particolare, vengono distinte in:

  • Malta cementizia magra
  • Malta cementizia normale
  • Malta cementizia grassa
  • Malta cementizia molto grassa

Nella malta cementizia magra il quantitativo di cemento non è molto elevato, pari solo a 3 Kg rispetto a 10 dm3 del restante materiale della miscela. È più comunemente impiegata nella costruzione di muri in pietra comune e squadrata, dove vi è una scarsa necessità di far fronte a grandi sollecitazioni strutturali.

A cosa serve la malta cementizia

La malta cementizia normale è ottenuta utilizzando 4 Kg di cemento. È particolarmente adatta per la costruzione di muri in mattoni, o di muri cosiddetti misti in quanto costruiti con un mix di mattoni e pietrame.  Nella malta cementizia grassa il quantitativo di cemento utilizzato è piuttosto elevato, pari a 5 Kg. Tale volume rende necessario per questa malta più precauzione nell’utilizzo, evitando soprattutto l’aria calda, che può provocare fessurazioni. È principalmente adoperata nella preparazione di massetti di pavimentazione e di intonaci. Dato che queste strutture sono fortemente sollecitate da fattori esterni ed interni, è necessario che le malte abbiano un quantitativo di cemento maggiore, così da poter ottenere un legame meccanico piu’ forte e resistente.

Infine quelle molto grasse, con la più elevata quantità di cemento, ben 6 Kg, vengono utilizzate per lavori di impermeabilizzazione di varia tipologia e per la stesura di intonaci.

Esistono, inoltre, anche diverse tipologie di cementi che, utilizzati a loro volta in quantità differenti nella malta, offrono una notevolissima varietà di prodotti tutti diversi tra loro.

Le diverse tipologie di malte cementizie sono reperibili da Fortunato a Trepuzzi, negozio specializzato in edilizia. A tua disposizione il nostro staff, pronto a consigliarti quella più giusta per le tue esigenze.

Pubblica in: Default category

Scrivi un commento